Reponsabilità medica e diritto sanitario

Lo Studio legale Gaudiello assiste il danneggiato, SENZA RICHIEDERE ANTICIPO DI SOMME, nelle procedure di risarcimento dei i danni subiti a causa di mala sanità o responsabilità medica , nonché i familiari in caso di decesso del paziente o di macro lesioni invalidanti al punto da inibire o limitare la capacità di agire del danneggiato per il risarcimento di tutti i danni subiti, patrimoniali e non patrimoniali.

Il diritto al risarcimento del danno per responsabilità medica o mala sanità sorge a seguito di trattamento medico sanitario effettuato con imperizia e/o imprudenza e/o negligenza, quindi con colpa, per esempio nell’ambito di un ricovero ospedaliero, di una operazione o intervento chirurgico, per una diagnosi omessa o errata, ovvero per il mancato, errato o incompleto consenso informato, per il mancato rispetto delle linee guida sanitarie.
Per gli errori medici è responsabile la struttura sanitaria e/o ospedaliera ed il personale medico, paramedico o infermieristico che ha eseguito la diagnosi, l’intervento e/o il trattamento.

Per poter affermare la responsabilità medica è necessario accertare che vi sia un nesso causale tra condotta e danno, ovvero qualora il medico avesse tenuto il comportamento alternativo corretto il paziente non avrebbe subito pregiudizi (avrebbe cioè evitato la morte ovvero il danno alla salute).

Tale accertamento, avendo ad oggetto fatti che non si sono verificati o che non possono più verificarsi, deve fondarsi non su un giudizio di certezza assoluta, ma di ragionevole probabilità.

Sono risarcibili tanto i danni patrimoniali quanto i danni non patrimoniali, quali danno biologico, morale ed esistenziale.

Nello svolgimento dell’attività difensiva è garantita la costante consulenza e fattiva collaborazione di qualificati medici legali operanti su tutto il territorio nazionale al fine di individuare l’effettiva sussistenza di responsabilità in capo ai singoli operatori sanitari medici nonché alle strutture sanitarie presso cui è avvenuto il ricovero e si è svolto l’intervento chirurgico.

Il medico ha inoltre l’obbligo d’informare il paziente, affinché quest’ultimo possa essere in grado di decidere liberamente della propria salute, determinando in autonomia se, come, quando e quanto curarsi. Il paziente, pertanto, deve essere messo concretamente in condizione di valutare ogni rischio ed ogni alternativa.

L’obbligo d’informazione si estende a tutti i rischi relativi a determinate cure o interventi medici ancorché alternativi e deve permettere al paziente di determinarsi verso l’una o l’altra delle scelte possibili, attraverso una cosciente valutazione dei rischi relativi e dei corrispondenti vantaggi. In particolare, nell’ambito degli interventi chirurgici il dovere di informazione concerne la portata dell’intervento, le inevitabili difficoltà, gli effetti conseguibili e gli eventuali rischi.

Il sanitario potrà pertanto precedere all’intervento, solo laddove il paziente capace d’intendere e di volere abbia espresso il proprio consenso consapevole all’atto medico.

Se il medico non dovesse aver ottemperato al proprio obbligo informativo, in caso d’insuccesso dell’intervento e comunque in caso di danni subiti dal paziente, sarà ritenuto responsabile e pertanto sarà chiamato a risarcire tali danni.

Lo Studio Legale vanta esperienza pluriennale nell’ambito di controversie afferenti il diritto sanitario e la responsabilità medica. In particolare, lo studio si occupa di vertenze relative a:

  • responsabilità professionale civile di medici dipendenti di strutture sanitarie pubbliche o private, medici liberi professionisti nonché di altre categorie professionali (infermieri ed anestesisti) a qualunque titolo operanti all’interno di strutture sanitarie sia pubbliche che private;
  •  responsabilità delle strutture sanitarie sia pubbliche che private nonché di enti a qualunque titolo coinvolti nelle vertenze relative a malpractice sanitaria e destinatari delle conseguenti richieste di risarcimento dei danni lamentati dai pazienti o dai loro parenti/congiunti – sia iure proprio che iure hereditatis.
  • richiesta di risarcimento dei danni nell’interesse del paziente vittima di malpractice sanitaria o nell’interesse dei di lui parenti o congiunti sia iure proprio che iure hereditatis.

LA 1° CONSULENZA LEGALE E’ GRATUITA
Il pagamento delle competenze avverrà a risultato ottenuto.

QUANTO TEMPO HO PER AGIRE?
Per un danno da Malasanità dopo la riforma Gelli, entrata in vigore il 1° aprile 2017, la prescrizione del diritto al risarcimento dei danni nei confronti della struttura ospedaliera si verifica trascorsi 10 anni dall’evento lesivo e nei confronti di un medico che opera all’interno della struttura dopo 5 anni. La prescrizione in caso di danno rimasto occulto inizia a decorrere dal momento dell’esteriorizzazione di esso.

L’IMPORTANZA DELLA PERIZIA MEDICO LEGALE
Il nostro Studio consente a chi ha subito un danno per malasanità di avere una perizia medico legale tramite i nostri periti, particolarmente competenti ed esperti in materia, al fine di verificare l’errore medico e di quantificare i danni conseguenti da richiedere alla struttura ospedaliera e/o al medico, facendo valere i propri diritti; a tale scopo è importante avere la documentazione e la cartella clinica della struttura sanitaria in cui si è verificato il caso di malasanità.

COME POSSO RICHIEDERE LA CARTELLA CLINICA?
Nella cartella clinica sono presenti le informazioni sanitarie del paziente; è vostro diritto vedere la cartella clinica e richiederne una copia una volta dimessi; richiesta che potrà essere effettuata direttamente online tramite l’apposita modulistica. I tempi sono in genere di 20 giorni dalla richiesta alla struttura ospedaliera.

COME AGIRE A LIVELLO LEGALE?
Non consigliamo le azioni in sede penale quando si ha un problema di malasanità perchè molto rischiose e in caso di archiviazione pregiudicherebbero anche quelle civili. Mentre in ambito civile si ha un’alta probabilità di raggiunge un risarcimento per la vittima e i suoi familiari; il nostro staff consiglia quindi l’azione civile perché più veloce, meno rischiosa e con maggiore possibilità di successo contro l’assicurazione che tutela la struttura ospedaliera o il medico professionista.


 


La nostra attività difensiva si estende anche alla tutela dei professionisti e delle strutture sanitarie nelle conseguenti controversie insorte con le rispettive compagnie di assicurazione per la responsabilità civile professionale.

In particolare lo studio provvede, in nome e per conto del proprio assistito, alla:

  • redazione ed invio della denuncia all’ufficio sinistri;
  • chiamata in causa della compagnia per la R.C.P. ai fini della manleva da ogni richiesta di danni da parte dei soggetti pretesi danneggiati causa il sinistro,

Viene esercitata, nel suddetto contesto, ogni miglior difesa nell’interesse dell’assicurato avverso tutte le eventuali eccezioni di polizza sollevate dalla compagnia di assicurazione in relazione a:

  •  difetto totale o parziale di operatività della polizza R.C.P.;
  •  applicazione di franchigie e/o scoperto assicurati

 

Lo Studio Legale fornisce, altresì, prestazioni di

  1. assistenza,
  2. consulenza 
  3. rappresentanza

in ogni stato e grado nell’ambito dei procedimenti disciplinari a carico dei medici ed altri operatori sanitari.

 

torna su

Richiesta appuntamento

scrivici o contattaci telefonicamente per fissare un appuntamento presso lo studio legale
Privacy Policy Cookie Policy